Perdere la testa - Pensieri in movimento -- Maurizio Forzoni

Pagina facebook Maurizio Forzoni
Canale Youtube Maurizio Forzoni
Vai ai contenuti
Articoli e seminari
studio ascolto
Perdere la testa

Arezzo, lì 23/11/2017

L'innamoramento è sempre un momento di perdita della testa, ovvero del pensiero. A tutti è capitato. Quanti "innamorati", però,  possono essere certi di avere perso la testa  per un altro, e non invece per sé stessi idealizzati, o per una figura idealizzata? Molte relazioni finiscono imputando all'altro di essere cambiato, mentre, in definitiva, non lo si era visto come in realtà era. Per questo diciamo che in amore occorre vederci molto chiaro. Il bambino, nato sano, ad esempio non cerca un ideale, bensì un altro reale con cui avere una relazione a soddisfazione. E' dopo, quando cederà (e crederà) alla proiezione narcisistica dei genitori, che per lui cominceranno le problematiche. Ieri sera, al seminario del Laboratorio di Formazione e Lettura Psicoanalitica di Torino, per me abbiamo incontrato e sviluppato una buona opportunità, proprio perché, partendo dalla poesia di Cesare Pavese, "verrà la morte e avrà i tuoi occhi", abbiamo mosso i passi nel distinguere l'innamoramento -- come patologia sociale molto diffusa, da cui poi si diramano tutte le perversioni d'amore, le dipendenze, anche dalle sostanze tossiche e inebrianti che oggi riscontriamo tra i giovani, i solipsismi contemporanei, il culto dell'immagine, i disturbi alimentari, le nevrosi, le ossessioni, le gelosie morbose, e così via -- dall'amore come lavoro, e messa a frutto di una relazione. Il bambino c'è già arrivato, sino da appena nato, poi, capita spesso che perda il principio di realtà e, assieme ad esso, il principio d piacere. Con un buon lavoro, assieme ad una buona difesa del pensiero,  è possibile ritrovare quel bambino o quella bambina perduto/a, ossia la vocazione di ciascuno (senza nessun riferimento al significante confessionale del termine).

Dott. Maurizio Forzoni
Educatore professionale socio-pedagogico
Orientatore esistenziale e didattico.
Difensore del soggetto e del consumatore
Formatore della didattica innovativa

Mi occupo, dall'anno 2003,  di difesa del consumatore, ristrutturazione dei debiti, azioni di aiuto e salvataggio aziendale e familiiare, mediazione familiare, orientamento esistenziale e didattico, formazione soggettiva e d'impresa.

PER CONTATTARMI:
Tel: 0575.23893/347.8392440
info@maurizioforzoni.it
Skype: maurizioforzoni
https://www.facebook.com/maurizio.forzoni





info@maurizioforzoni.it
© (2006-2019) -Dott. Maurizio Forzoni
Torna ai contenuti