Consulenze tecniche in materia bancaria - Pensieri in movimento -- Maurizio Forzoni

Pagina facebook Maurizio Forzoni
Canale Youtube Maurizio Forzoni
Vai ai contenuti
Bilancia Giustizia
CONSULENZE TECNICHE IN MATERIA BANCARIA E FINANZIARIA

Dall'anno 2003 mi occupo di consulenza tecnica di parte in materia bancaria sia in sede civile che penale. Nel corso del mio lavoro mi sono accorto che le banche, quasi mai, rispettano le leggi e i nostri ordinamenti. Sono oramai migliaia i procedimenti in sede civile e i rimborsi ottenuti perché le banche avevano praticato a nostri assistiti interessi anatocistici, interessi ultralegali e commissioni illegittime perché non debitamente pattuite, nonché interessi e condizioni di natura usuraria. Sono tantissimi anche i procedimenti in sede penale per usura aggravata a carico di funzionari di banche operanti nel nostro territorio.

Prima di avviare qualsiasi procedimento, occorre verificare attentamente e preventivamente le Vostre posizioni bancarie. L'analisi preventiva è completamente gratuita. Nel momento in cui viene verificato esserci i presupposti per agire e richiedere alla banca le somme indebitamente da questa incamerate, sarà fornito un preventivo di costo senza impegno. Nel caso in cui esso sia accettato dall'assistito, si procederà con il lavoro, il quale consiste: analisi contrattuale, inserimento movimenti bancari e ricostruzione rapporti, calcolo tassi reali praticati e confronto con i Tassi Soglia Usura, determinazione importi non dovuti per anatocismo e altre gravi violazioni contrattuali perpetrate dalla banca, ricostruzione saldo finale, relazione tecnica di parte esplicativa che potrà essere usata sia per attività stragiudiziale che nelle sedi civili e penali. Assistenza ai legali incaricati.

Quali documenti mi occorrono per eseguire l'esame preliminare?

Per fare eseguire un controllo delle Vostre posizioni bancarie (conti corrente)  è sufficiente avere i seguenti documenti:
Estratti Conto bancari comprensivi di tutte le pagine (movimenti, prospetto scalare, riepilogo competenze e spese)
Contratti o Condizioni applicate e variate nel tempo
Se non possedete la documentazione vi è la possibilità di farne richiesta presso il proprio Istituto ed entro novanta giorni si devono ottenere gli ultimi dieci anni.
Per i mutui è necessario produrre i seguenti documenti:
Il contratto di mutuo
Il piano di ammortamento
Le rate pagate
Ogni tipo di comunicazione o variazione dei Tassi applicati

Per informazioni o chiarimenti potete contattarmi al n. 347.8392440 oppure via email all'indirizzo info@maurizioforzoni.it

Alcune informazioni preliminari a mio avviso importanti da sapere:

Sapevate....

che solamente i capitali possono produrre interessi?

che la pratica bancaria di fare pagare gli interessi sugli interessi è stata più volte censurata sia dalla Suprema Corte di Cassazione sia dai Tribunali Civili?

che oltre all’anatocismo sugli interessi (ricapitalizzazione illegittima degli stessi), tale pratica si verifica anche sulle Commissioni sul Massimo scoperto ed ogni altro onere o spesa accessoria, facendo lievitare e non di poco il Costo del denaro preso a prestito?

che anche i mutui, (in special modo quelli in uso adesso, cosiddetti a rata costante o alla Francese, in quanto si fondano su una formula finanziaria composta e quindi anatocistica sin dalla sua origine), producono capitalizzazione degli interessi su tutte le rate?

che la pratica della capitalizzazione degli interessi moratori sui mutui è stata più volte censurata sempre dalla Suprema Corte di Cassazione?

che il Tasso Annuo Nominale (T.A.N) non rappresenta il reale tasso d’interessi pagato dal consumatore ma è solamente il punto di partenza, per così dire la base della piramide, mentre il vertice o vero Tasso sostenuto ed applicato è rappresentato dal T.A.E.G (Tasso Annuo Effettivo Globale) comprensivo di tutti gli interessi, oneri, spese e remunerazioni collegate all’erogazione del finanziamento?

che la L. 108 del 07 Marzo 1996 ha stabilito che debbano esistere dei limiti, definiti Tassi Soglia Usura, al di sopra dei quali i Tassi Effettivi Globali rapportati su base annua si devono ritenere usurari?

che la L. 154/92 ed il Testo Unico Bancario o Decreto Legislativo 1° Settembre 1993, n. 385 sancisce che il Consumatore deve essere informato sul Tasso Effettivo Globale da esso sostenuto?

che i Regolamenti Europei ed il legislatore prestano particolare attenzione e tutela verso i Consumatori, definiti anche Contraenti Economicamente Fragili?

che quando si sottoscrivono contratti bancari dobbiamo ritenerci sullo stesso piano dell’Istituto di Credito e quest’ultimo non ha più diritti di noi solamente perché può permettersi di avere una schiera di Avvocati al loro fianco?

che quando si riceve un decreto ingiuntivo da parte di una banca si ha quaranta giorni di tempo per opporsi e che se il credito non è certo, liquido ed esigibile, per effetto di anatocismo o di altre dimostrabili difformità contabili, se ne può chiedere l’annullamento o comunque l’accertamento giudiziario?

che, laddove sussistano “gravi motivi” accertati o accertabili in giudizio, si può richiedere al Giudice Competente di bloccare esecuzioni immobiliari in corso?

che si deve alla banca solamente quanto contrattualmente previsto e quanto non risulti richiesto attraverso clausole vessatorie e/o attraverso clausole contrarie al disposto legislativo?

che, quando ci si oppone a quella che viene definita azione di recupero crediti da parte di una banca, non è vero che l’intenzione è quella di non pagare, ma semplicemente quella di pagare quanto dovuto, né un euro di più, né un euro di meno? E se poi si sono subiti anche dei danni, bé… anche questi devono essere conteggiati ed accertati in giudizio?




info@maurizioforzoni.it
© (2006-2019) -Dott. Maurizio Forzoni
Torna ai contenuti